Gismondi 1754, contratto di concessione esclusiva per gli Emirati Arabi

Category:

Gismondi 1754, storica realtà genovese produttrice di gioielli di alta gamma, ha siglato con un partner locale un contratto di concessione in esclusiva delle sue creazioni per tutto il territorio degli Emirati Arabi.

Avevamo intrapreso, già durante e dopo il lockdown, un intenso lavoro dedicato all’ampliamento della presenza di Gismondi 1754 in aree strategiche del mondo

ha dichiarato Massimo Gismondi, CEO di Gismondi 1754.

Fin dall’esperienza di VicenzaOro e poi con la partecipazione all’esclusiva esposizione ‘DJWE-Doha Jewellery Watches exibition’, grazie alla partnership con il Gruppo Alfardan, avevamo colto segnali importanti di apprezzamento verso il nostro brand dall’area Mediorientale, che questo accordo conferma concretamente

Il contratto impegna il nuovo partner, che ha contatti con le principali famiglie Emiratine, a raggiungere un valore minimo complessivo di acquisto di prodotti Gismondi 1754 pari a 2,3 milioni di euro nell’arco di 4 anni (250mila euro nel 2020/2021; 450mila nel 2022; 700mila nel 2023 e 900mila nel 2024), pena la risoluzione del contratto stesso.

L’accordo include inoltre una clausola di “first refusal right” (diritto di primo rifiuto), che consente a Gismondi 1754 di avviare concessioni con altre realtà locali, purché venga offerta all’attuale concessionario l’opportunità di acquistare una nuova concessione alle medesime condizioni.

Fondata a Genova nel 1754 da Giovan Battista Gismondi, Gismondi 1754 è arrivata oggi alla settimana generazione e realizza quasi il 30% del fatturato con la vendita di gioielli il cui sell-out supera i 100.000 euro (lo scontrino medio nei negozi a gestione diretta di 12.000 euro).

Il marchio è distribuito in boutique dirette in Italia e Svizzera (Genova, Milano, Portofino e St. Moritz), in franchising a Praga e nei department store negli Stati Uniti. La griffe è inoltre presente in Medio Oriente, all’interno di un department store del gruppo del lusso Alfardan a Doha.

sponsored
Editorial
Editorial
Our editorial staff includes people with different professional backgrounds who share a passion for writing and who want to create and develop a dialogue with their readers and with the world.

Related Posts

Il World Protection Forum non si ferma!

Excellence Magazine Luxury e Kelony, First Risk-Rating Agency, continuano la loro collaborazione al fine di fornire strumenti e contenuti che possano essere un valido supporto per comprendere il vero significato di "rischio", tema quanto mai attuale per gli individui e per le imprese

Guangzhou Circle. Porta di Giada del Terzo Millennio

Progettato dall'architetto italiano Joseph di Pasquale, a sette anni dalla sua inaugurazione il Guangzhou Circle conserva tutta la propria natura iconica e il proprio carattere di landmark building, è entrato nell’immaginario collettivo e popolare della capitale della provincia del Guandong come uno dei simboli identitari della metropoli cinese, vera porta d’accesso meridionale al “regno di mezzo”, ma anche emblema nella dialettica tra Oriente e Occidente.

Constance Halaveli: premiato ai World Travel Award il resort di lusso sostenibile delle Maldive

La sostenibilità di questo resort parte dai materiali utilizzati per la sua realizzazione: tutti caratteristici della zona e con un basso impatto ambientale. Essere accolti e poter soggiornare in un vero “piccolo atollo privato” in mezzo all’Oceano è un lusso che non ci si può lasciar scappare