Princess of Monaco Cup

Alla presenza di HSH Prince Albert II e di Gareth Wittstock, Segretario Generale della Fondazione Princess Charlene di Monaco, si è svolta al MonteCarlo presso il Golf Club, il 3 ottobre 2019, la «Princess of Monaco Cup», sponsorizzata da Richard Mille, a sostegno della Princess Charlene of Monaco Foundation.

Princess of Monaco Cup
From left to right : Mr. Gareth Wittstock, General Secretary of the Princess Charlene of Monaco Foundation, Mr. Eddie Jordan, HSH Prince Albert II, Mr. Charles Leclerc and Mr. Sean Wittstock
credit Eric Mathon/Palais Princier

Il team Power Properties, guidato da M. David Tanner, ha conquistato il primo posto sul podio.

I team Amalgam e Serenity con i loro leader, la signora Diana Luna e il signor Juandre Kruger, hanno rispettivamente raggiunto la seconda e la terza posizione.

Fondation Princesse Charlène Princess Monaco Cup
The participants of the “Princess of Monaco Cup”
credit Philippe Fitte/Fondation Princess Charlène de Monaco

Jean-Jacques Raffaele, sindaco di La Turbie, Valtteri Bottas, Eddie Jordan, Felipe Massa, tra gli altri, si sono congratulati con le 18 squadre che hanno partecipato alla competizione.

Princess of Monaco Cup
Mr. Jean-Jaques Raffaele, Mayor of La Turbie
credit Eric Mathon/Palais Princier

I fondi raccolti durante questo evento sosterranno una parte dei lavori di ristrutturazione della piscina comunale Princesse Charlène de Monaco di La Turbie e un programma di nuoto presso la Awutu-Winton High School in Ghana.

Dal 2014, 1.875 bambini delle scuole di La Turbie, Eze e Peille hanno beneficiato del sostegno della Fondazione Princess Charlene di Monaco per le attività nella piscina di La Turbie nell’ambito del programma «Impara a nuotare».

Nel giugno 2017, la piscina è stata ufficialmente denominata «Piscine Municipale Princesse Charlène de Monaco».

Nel 2018, alcuni importanti lavori di ristrutturazione sono stati condotti dal comune di La Turbie. Sono stati necessari 1,4 milioni di €, di cui 100.000 € saranno finanziati dalla Fondazione Principessa Charlene di Monaco. La nuova piscina è ora accessibile anche alle persone disabili.

I sistemi di riscaldamento ecologici consentiranno alla piscina di rimanere aperta da maggio a settembre.

Oltre a questa iniziativa la Fondazione ha creato presso il Liceo Awutu-Winton in Ghana il programma “impara a nuotare” a cui hanno partecipato oltre 1.400 bambini.

Nel novembre 2016 la Princess Charlene of Monaco Foundation, con il suo partner, l’associazione inglese Educational Development Projects Trust hanno inaugurato la piscina finanziando i corsi di nuoto e sicurezza dell’acqua.

La Fondazione è lieta di aggiungere questa attività al programma lanciato il 14 dicembre 2012, il cui obiettivo è salvare vite umane mettendo fine all’annegamento.

La mission della Princess Charlene of Monaco Foundation, è sensibilizzare l’opinione pubblica sui pericoli dell’acqua e insegnare ai bambini misure preventive e insegnare loro a nuotare.

Excellence Magazine ha avuto l’onore di essere media partner dell’evento.

sponsored
Editorial
Our editorial staff includes people with different professional backgrounds who share a passion for writing and who want to create and develop a dialogue with their readers and with the world.

Related Posts

Librai Antiquari a Venezia

Dal 10 al 12 febbraio al Centro Culturale Palazzo Pisani Revedin la mostra-mercato “Librai Antiquari a Venezia” presenterà per la prima volta nella Serenissima un’eccezionale selezione di rarità

The I.C.E. St. Moritz – Torna il Concorso Internazionale d’Eleganza

Dopo il successo dell'edizione 2022, torna il Concorso d'Eleganza più originale e atteso dell'Engadina: l'I.C.E. St. Moritz, l'evento internazionale che, per un weekend, porterà nella suggestiva cornice del lago ghiacciato di St. Moritz tutto il meglio delle auto d'epoca per la gioia di piloti, collezionisti, appassionati e jet set

BRAFA 2023: grande entusiasmo per la 68a edizione di Brafa

Questa 68a edizione è stata accolta con grande apprezzamento da collezionisti e amanti dell'arte, per la qualità delle 130 gallerie internazionali partecipanti, la bellezza degli stand