Richemont si concentra sullo sviluppo sostenibile

Il gruppo svizzero del lusso, che vanta tra i suoi marchi Chloè e Cartier, rinnova il suo impegno verso la sostenibilità con la pubblicazione del suo rapporto annuale tutto incentrato su questo tema.

Richemont e le nuove nomine

All’inizio dell’anno il gruppo ha deciso di mandare un segnale forte in ambito sostenibilità grazie a due nomine molto particolari.

È stato nominato infatti per la prima volta un responsabile dello sviluppo sostenibile, compito affidato a Bérangère Ruchat.

La posizione è stata creata appositamente a metà febbraio.

Subito dopo il gruppo ha nominato Jasmine Whitbread, entrata nel 2021 nel Consiglio di Amministrazione di Richemont nel 2021 come amministratore non esecutivo, alla presidenza del comitato di governance e sostenibilità.

Lo scopo di questi due nuovi elementi?

Rafforzare e rendere più concreti gli sforzi ed i progetti Richemont non solo per la sostenibilità ma anche nell’ambito del raggiungimento di progressi ambientali e sociali di alto livello nelle operazioni e catene di approvvigionamento del gruppo.

Richemont: gli obiettivi sostenibili

Con un utile netto di oltre 2 miliardi di euro per l’anno 2021/2022, Richemont conferma nel rapporto sulla sostenibilità i suoi ambiziosi obiettivi.

Il gruppo intende arrivare a utilizzare il 100% di energia elettrica rinnovabile in tutte le sue sedi entro il 2025. Per il momento, il tasso di conversione ha raggiunto il 92%.

Le donazioni destinate a progetti di utilità sociale, della salute e dell’istruzione dedicate a donne e bambini sono state pari a circa 42 milioni di euro; un impegno in crescita del 17% rispetto all’anno precedente.

La rivoluzione del lusso sostenibile del gruppo ha avuto inizio con Chloè: il marchio ha infatti compiuto un grande cambiamento nel 2020, impegnandosi in un processo di produzione eco-responsabile guidato dalla direttrice artistica Gabriela Hearst.

I riconoscimenti non sono tardati ad arrivare: Chloé è stata la prima maison di moda a ottenere la certificazione B Corp nell’ottobre 2021.

sponsored
Serena Poma
Serena Poma
A journalist ever since, I love turning the world's events into sentences and lines that can take readers "inside the news", leading them to explore the current happenings with me through my articles. My professional background has allowed me to gain insights into the encounter of two apparently incompatible worlds: luxury and sustainability. Guiding businesses in this direction as a communication manager and event organizer has made me aware that, now more than ever, it is by respecting ourselves and our planet's resources that we should start to create real value.

Related Posts

Tartufi ed escursioni nel resort di lusso del Piemonte a Casa di Langa

Si chiama Casa di Langa ed è il resort di lusso in alta langa voluto dal magnate americano Kyle J. Krause, già noto per essere il proprietario del Parma calcio

Arrivederci a Settembre!!!

Buona Estate, ci ritroveremo a settembre con la nostra newsletter!!!

Una vacanza di lusso sull’oceano al Gran Melia Palacio de Isora a Tenerife

L'hotel è anche la base perfetta per esplorare le numerose attrazioni di Tenerife. Gli esperti del Gran Melia Palacio de Isora sono a disposizione per organizzare esperienze eccezionali per ogni occasione e gusto