La Mamounia di Marrakech rinasce dopo il restyling

Category:

Conosciuta come La Grande Dame, icona della tradizionale ospitalità marocchina e insieme esempio della continua reinvenzione di una cultura, La Mamounia di Marrakech si svela più bella che mai nel restyling curato da Patrick Jouin e Sanjit Manku.

La Mamounia è l’hotel da favola che si perde in un mondo segreto fatto di cortili adornati da colonne e fregi moreschi, ulivi secolari, roseti, aranci e un altro migliaio di specie di piante che ne fanno il fiore all’occhiello e da da sempre caratterizzano l’hotel cinque stelle come una vera leggenda che dura da 97 anni.

La Mamounia Marrakech Photo Alan Keohane
Photo Alan Keohane

La struttura si sviluppa proprio intorno agli otto ettari di giardino che furono il regalo di nozze del re al figlio, il principe Al Mamoun, nel XVIII secolo. Nel 1923 l’oasi fu trasformata ne La Mamounia, un albergo che fondeva architetture arabe e andaluse a influenze Art Deco.

L’ultima grande ristrutturazione è stata affidata al duo di architetti e designer Patrick Jouin e Sanjit Manku, nelle cui azioni progettuali si legge un significativo contributo in termini di contemporaneità, sia per la copiosa e dirompente presenza di arredi di design sia per il maggiore dinamismo concesso agli ambienti dell’hotel.

La Mamounia Marrakech Photo Alan Keohane
Photo Alan Keohane

Il progetto ha introdotto nuovi spazi conviviali e altri prestigiosi servizi legati in particolare alla ristorazione. Ad esempio, accanto alla Galerie Mamounia, il Salon de thé guidato da Pierre Hermé è stato ideato ispirandosi alle sale da tè marocchine con divanetti lungo le pareti che si affacciano su una meravigliosa fontana centrale.

La Mamounia Marrakech Photo Alan Keohane
Photo Alan Keohane

L’esperienza prosegue nel cortile adiacente caratterizzato dall’architettura che esalta il riad marocchino in tutto il suo splendore. Un luogo tranquillo e perfetto nella sua geometria in cui sono stati aggiunti alcuni posti a sedere e lanterne per invitare gli ospiti ad assaggiare una delle creazioni di Pierre Hermé.
L’ex ristorante Le Français diventa L’Italien, sempre gestito da Jean-Georges Vongerichten ma ampliato per assumere la forma di un giardino d’inverno con grandi vetrate che si aprono generosamente sulla vegetazione. La cucina a vista è posizionata al centro dello spazio sotto un’enorme installazione in vetro.

La Mamounia Marrakech Photo Alan Keohane
Photo Alan Keohane

Completamente riprogettato, l’esistente Churchill Bar si presenta come “un santuario in rovere affumicato” ultra-intimo e funge anche da ingresso per una novità: il cinema.

 

La Mamounia Marrakech Photo Alan Keohane
Photo Alan Keohane

L’Asiatique di Jean-Georges Vongerichten, subentrato al posto dell’ex ristorante italiano offre un menu connotato da influenze cinesi, giapponesi e thailandesi.

Vero must della struttura sono certamente le due piscine. Quella esterna, immersa nel giardino, e quella interna inserita in un’architettura moresca con volte, colonne e mosaici policromi.

sponsored
Emanuela Zini
Emanuela Zini
My professional life has been marked by several big changes that made me grow as a person and as a leader, develop new skills and mental flexibility, which in turn allows me to face challenges from a different, unique perspective. To me, writing represent a way to communicate with myself and with others. Telling stories and engaging my readers are the challenges that I am currently facing within a wider editorial project.

Related Posts

Constance Halaveli: premiato ai World Travel Award il resort di lusso sostenibile delle Maldive

La sostenibilità di questo resort parte dai materiali utilizzati per la sua realizzazione: tutti caratteristici della zona e con un basso impatto ambientale. Essere accolti e poter soggiornare in un vero “piccolo atollo privato” in mezzo all’Oceano è un lusso che non ci si può lasciar scappare

Innovazione e Tradizione: la Strategia di Superstudio Events

Superstudio, un nome che a Milano per anni ha significato design, fotografia, spazi espositivi, più recentemente, spazi eventi che vanno moltiplicandosi.

Gioielli e lusso: la nuova missione è la sostenibilità

Gioielli e lusso: la nuova missione è la sostenibilità