Lusso e sostenibilità nel cuore della Lapponia Svedese

Category:

Sara Kulturhus, questo il nome del più grande polo culturale mai realizzato all’estremo confine del Mondo.

L’edificio sarà realizzato completamente in legno e punta a battere ogni record.

Entrerà a far parte dell’elenco degli edifici in legno più alti del mondo ed ospiterà un hub culturale ed un luxury hotel.

Lusso e legno: una nuova sfida

Sara Kulturhus rappresenterà la nuova frontiera del lusso ecosostenibile.

Incastonato nella suggestiva cornice dei paesaggi tipicamente nordici della Lapponia, l’hotel accoglierà gli ospiti in lussuose stanze e suite.

Non mancheranno una Spa, la palestra, un incredibile ristorante panoramico ed una splendida terrazza, con vista aperta sul paesaggio.

L’hotel, come l’hub culturale, saranno completamente ecosostenibili: i materiali di realizzazione lo renderanno completamente ad emissioni zero. Pannelli solari ed efficentamento energetico saranno alla base del progetto ecosostenibile.

Il legno, principale materiale del Sara Kulturhus, proviene dalle foreste boreali sostenibili della regione. Ciò significa che per ogni albero abbattuto è stato poi sostituito con un nuovo fusto.

Sara Kulturhus: omaggio alla scrittrice

Il nome dell’edificio che punta a diventare vero e proprio emblema del lusso sostenibile, è un omaggio a Sara Lidman, una scrittrice svedese originaria di Skellefteå, città in cui sorgerà l’edificio.

Non solo hotel di lusso: la cittadina della Lapponia Svedese, ispirata da Sara Lidman, ha scelto di ospitare anche un innovativo hub culturale.

Nelle stanze del Sara Kulturhus prenderanno vita laboratori, mostre esposizioni, spettacoli e congressi in una location completamente ecosostenibile.

Skellefteå è una cittadina lontana dal turismo di massa: chi la raggiunge cerca un vero contatto con la natura ed una vera e propria riconnessione con l’ambiente. Relax, passeggiate, natura e sport sono le parole d’ordine di questi luoghi.

Spingersi fino all’estremo Nord dell’Europa per un viaggio alternativo ed essere ospitati in un edificio lussuoso e sostenibile potrebbe diventare la vera, nuova frontiera del turismo luxury green.

sponsored
Serena Poma
Serena Poma
A journalist ever since, I love turning the world's events into sentences and lines that can take readers "inside the news", leading them to explore the current happenings with me through my articles. My professional background has allowed me to gain insights into the encounter of two apparently incompatible worlds: luxury and sustainability. Guiding businesses in this direction as a communication manager and event organizer has made me aware that, now more than ever, it is by respecting ourselves and our planet's resources that we should start to create real value.

Related Posts

Guerlain: il brand del Lusso punta a diventare Carbon Neutral entro il 2030

Lo scopo del brand è chiaro: diventare un nuovo punto di riferimento per il lusso sostenibile, dettando nuove linee guida che possano essere seguite dall’intero settore

Louis Vuitton, un omaggio a Virgil Abloh sotto la volta del Carreau du Temple a Parigi

Un video ha preceduto la sfilata, una raccolta delle idee creative racchiuse nel mondo mistico di Virgil Abloh

Mobilità sostenibile: le Maison firmano Bici e Moto

L'ultima area di attenzione è dedicata alla mobilità sostenibile, in particolare quella delle moto e delle biciclette