Mamula island: un hotel di lusso sostenibile sui resti di un lager

Siamo in Montenegro.

Da qui si scorge l’isola di Mamula, proprio all’ingresso delle bocche del Cattaro, nel Mar Adriatico.

Andiamo indietro nel tempo e spostiamoci nel lontano 1853, quando il generale austriaco Lazar Mamula fece costruire sull’isola, il cui nome originario era Lastavica, una fortezza.

Proprio questa struttura così imponente ed inaccessibile fu scelta dai nazisti per creare un lager, a partire dal 1941.

Oggi l’isola e la fortezza di Mamula sono patrimonio mondiale dell’UNESCO.

 

Il nuovo, incredibile, hotel di lusso

La notizia è davvero recente: a fine giungo di quest’anno, infatti, l’incredibile struttura dalla storia così complessa è diventata un hotel di lusso.

Il progetto è a firma di weStudio, realtà berlinese.

L’approccio descritto dai progettisti per realizzare gli ambienti interni di questa incredibile struttura è “olistico”.

Ogni ambiente è stato pensato e realizzato per offrire all’ospite un’esperienza immersiva: dai tessuti ai materiali, ogni sensazione tattile o visiva riportano ad un’atmosfera quasi rarefatta ed in linea con le caratteristiche del territorio.

L’arredamento prende spunto dalle suggestioni dell’artigianto locale: ceramiche e legno intagliato non potevano mancare.

Pietra naturale, ottone invecchiato, rovere e tessuti organici.

Sono loro l’essenza di ogni ambiente, per rispettare il vero carattere dell’isola senza rinunciare al contrasto con le soluzioni più moderne di design e qualche inserzione di arte contemporanea.

L’architettura dell’hotel di lusso sostenibile dell’isola di Mamula fa perno su un particolare elemento architettonico: si tratta dell’arco.

Un elemento che rimanda a passaggi spazio-temporali, che ritorna costante in ogni ambiente, per creare una vera e propria esperienza immersiva in cui gli ospiti potranno immergersi e valorizzare ogni oggetto con la consapevolezza del meraviglioso invecchiamento di ogni elemento, nel rispetto dei cicli e dei tempi della natura.

Un soggiorno all’hotel dell’isola di Mamula insomma non è solo una vacanza, è un viaggio nel tempo, nel design e nella storia.

sponsored
Serena Poma
A journalist ever since, I love turning the world's events into sentences and lines that can take readers "inside the news", leading them to explore the current happenings with me through my articles. My professional background has allowed me to gain insights into the encounter of two apparently incompatible worlds: luxury and sustainability. Guiding businesses in this direction as a communication manager and event organizer has made me aware that, now more than ever, it is by respecting ourselves and our planet's resources that we should start to create real value.

Related Posts

American School of Milan, grande Successo per la Celebrazione del 60° Anniversario

Dopo tre anni di interruzioni causate dalla pandemia, festeggiare di persona è stato davvero entusiasmante! Ritrovarsi, riunirsi, condividere una serata organizzata alla perfezione hanno reso speciale l'evento

Archiproducts Design Awards e LIT premiano la creatività dell’arch. Venier

Archiproducts Design Awards e LIT premiano la creatività dell'arch. GianPaolo Venier e della lampada da esterni PIN – Urbi et Orbi

Viva Magenta è il Colore del 2023

Questo colore ha uno spirito sperimentale, “The Magentaverse” è un colore nuovo per tutti