IT BAGS: Chloè C Bag introduce il nuovo logo C in metallo dorato

Catenaccio: L’allure romantica e il design elegante di Chloé incontrano il mood urbano nella nuova Chloé C Bag con logo in metallo oro che ricorda un audace gioiello. L’addio alla direzione creativa, si sa, genera sempre un sentimento di nostalgia per il passato e curiosità per chi prenderà le redini di una storica casa di moda che conserva heritage e forte identità

Catenaccio: L’allure romantica e il design elegante di Chloé incontrano il mood urbano nella nuova Chloé C Bag con logo in metallo oro che ricorda un audace gioiello.

L’addio alla direzione creativa, si sa, genera sempre un sentimento di nostalgia per il passato e curiosità per chi prenderà le redini di una storica casa di moda che conserva heritage e forte identità.

Nel 2017, quando Claire Waight Keller ha annunciato di lasciare Chloé dopo sei anni, i riflettori sono stati puntati verso la nuova designer Natacha Ramsay-Levi, che vanta esperienze in Louis Vuitton e Balenciaga.

A chi si domandava se la direttrice creativa avesse cambiato la visione e l’estetica della casa fondata nel 1952 da una donna, Gaby Aghion, per le donne, in poco tempo Ramsay-Levi ha risposto con collezioni ready to wear, accessori e articoli in pelle che mescolano l’anima romantica e il savoir faire parigino del brand con un design più fresco, in altre parole cool-girl.

Il risultato è un mix garbato di raffinatezza, forte carattere e attitudine giovanile.

Dopo il successo delle borse Drew e Faye disegnate da Claire Waight Keller, per la collezione Resort 2019 Ramsay-Levi ha abbracciato la tendenza del logo introducendo nuove borse e un nuovo metallo. Rientra in questa visione estetica, la Chloé C Bag, presentata anche nella Spring 2019.

La borsa è caratterizzata da una larga C oro ed è disponibile in due dimensioni sia in pelle liscia che in vernice chiamata “spazzolato sfumato agnello”.

Mini C Bag è versione più piccola, una clutch croc strutturata con una capienza interna piccola che riesce tuttavia a contenere gli oggetti quotidiani e include una piccola fessura per le carte all’interno e sul retro.

La Small C bag ha sia un cinturino con impugnatura superiore, che è rimovibile, sia una tracolla più lunga che è possibile regolare. All’interno c’è una lunga tasca con cerniera e questa misura presenta anche una tasca a fessura sul retro della borsa.

[:]
Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prev
Una vita da scienziata: gli scatti di Gerald Bruneau insieme a Fondazione Bracco
Elisabetta Dejana, Biologa, dirigente dell’Unità di Ricerca sul Sistema Vascolare del Cancro all’Istituto di Ricerca IFOM di Milano, docente di Patologia Generale all’Università Statale di Milano e all’Università di Uppsala, in Svezia. Mostra “Una vita da scienziata – I volti del progetto #100esperte”, fotografo Gerald Bruneau, ©Fondazione Bracco

Una vita da scienziata: gli scatti di Gerald Bruneau insieme a Fondazione Bracco

Fondazione Bracco ha realizzato una mostra fotografica, inaugurata lo scorso 16

Next
Steve McCurry: Animals in mostra al nuovo spazio espositivo Mudec Photo
Animals Steve Mccurry MUDEC

Steve McCurry: Animals in mostra al nuovo spazio espositivo Mudec Photo

Il Museo delle Culture ha inaugurato il nuovo spazio espositivo Mudec Photo,

You May Also Like