Omaggio a Pierre Cardin, mobili come sculture per vestire la casa

Category:

L’arte di Pierre Cardin, il suo gusto estetico, la continua ricerca e la sperimentazione sono elementi che tutto il mondo attribuisce al grande stilista di origini italiane, emigrato in Francia con la famiglia dopo la prima guerra mondiale.

A quattordici anni inizioò il suo apprendistato da un sarto, fino a trasferirsi a Parigi nel 1945, dove iniziò la gavetta nel mondo della moda presso i nomi di riferimento dell’epoca, come Schiaparelli e Dior.

Nel 1950 creò la sua casa di moda, dove venne alla luce la sua visione avanguardista dell’abito in geometrie e linee, fino ad arrivare al concetto di moda unisex. Ciò che per molti è un logo di lusso, ha alle spalle una storia solida fatta di altissimo senso estetico e fine capacità imprenditoriale.

Oltre agli abiti la sua arte si è manifestata negli arredi per la casa, sculture senza tempo.

Durante il Salone Internazionale del Mobile di Milano nel 2017  la Galleria Carla Sozzani presentò  la mostra “Pierre Cardin, Les Sculptures Utilitaires” che consentì al mondo di conoscere il grande progetto che lo stilista iniziò nel 1970 e tutt’oggi ancora in produzione.

 

pierre cardin sculpture home

Ragiono come uno scultore, creo una forma. È un procedimento per cui ciò che conta è la creazione di una linea che non c’era prima. E che è destinata a durare

È proprio questa idea, che la mostra ha concretizzato, che ha reso visibile l’identità artistica di Pierre Cardin in una collezione di mobili senza tempo.

La collezione di mobili haute couture, rafforza il concetto storico di scultura aggiungendo quello funzionale di contenimento. I volumi si vestono di colore, figure geometriche si compenetrano, le curve, gli sbalzi e i tagli simmetrici creano elementi, che permettono d’introdurre in casa non un semplice mobile ma una vera e propria opera d’arte.

pierre cardin sculpture home

Si tratta di una collezione di mobili completa per la zona giorno, notte e illuminazione, di alta produzione ed artigianalità tutta italiana, dove la sapiente arte dell’ebanisteria si alterna alla sperimentazione di materiali come il plexiglass e l’acciaio. Laccature, perfette, a specchio, piene, talmente sature nel colore da darti l’idea di avere a che fare con una cosa preziosissima.

pierre cardin sculpture home

I mobili scultura di Pierre Cardin sono stati esposti in tutto il mondo, la collezione dal 2007 è curata dal nipote dello stilista, il designer Rodrigo Basilicati, ed è visibile nei due showrooms di Venezia e Parigi.

Potete per maggiori informazioni consultare il sito http://www.pierrecardin-forme.com.

sponsored
Emanuela Zini
Emanuela Zini
My professional life has been marked by several big changes that made me grow as a person and as a leader, develop new skills and mental flexibility, which in turn allows me to face challenges from a different, unique perspective. To me, writing represent a way to communicate with myself and with others. Telling stories and engaging my readers are the challenges that I am currently facing within a wider editorial project.

Related Posts

Constance Halaveli: premiato ai World Travel Award il resort di lusso sostenibile delle Maldive

La sostenibilità di questo resort parte dai materiali utilizzati per la sua realizzazione: tutti caratteristici della zona e con un basso impatto ambientale. Essere accolti e poter soggiornare in un vero “piccolo atollo privato” in mezzo all’Oceano è un lusso che non ci si può lasciar scappare

Innovazione e Tradizione: la Strategia di Superstudio Events

Superstudio, un nome che a Milano per anni ha significato design, fotografia, spazi espositivi, più recentemente, spazi eventi che vanno moltiplicandosi.

Gioielli e lusso: la nuova missione è la sostenibilità

Gioielli e lusso: la nuova missione è la sostenibilità