Settimana particolarmente difficile per il lusso

Settimana assolutamente pessima per il settore del lusso, che ha sofferto per il ritorno delle paure sull’economia globale. Dati peggiori delle attese in arrivo dalla Francia e dalla Germania hanno fatto sì che soprattutto nella giornata di venerdì 22 marzo e del 25 in Asia le perdite si facessero ingenti.

Di fronte a un ritorno della paura su un possibile rapido deterioramento economico il comparto luxury ha reagito come spesso fa in questi frangenti: mostrando un beta molto elevato. Infatti, se le aziende di questo segmento possono fare meglio dei listini generali in fase di boom e sovraperformare anche nelle fasi di stagnazione (grazie a un alfa elevato in tale scenario), esse vedono anche un’evoluzione dinamicamente negativa quando le cose vanno male.

Delle 20 azioni esaminate 16 hanno visto perdite più o meno gravi. Ralph Lauren e Tod’s sono rimaste più o meno invariate, mentre hanno guadagnato solo Tiffany e Prada. Quest’ultima però veniva da una settimana precedente disastrosa da cui è solo in parte rimbalzata prima di tornare a scendere lunedì 25 marzo. Ralph Lauren ha pure visto una perdita superiore al 3% il venerdì precedente.

In generale a sottoperformare, in uno sviluppo speculare rispetto alla settimana prima, è stato proprio quel segmento più legato ai consumi discrezionali, che più volatile dell’ultra-lusso. La parziale eccezione è risultata Tiffany, grazie a buoni risultati trimestrali e al fatto di essere meno legata al mercato cinese e più incentrata su quello statunitense.

I colossi francesi si sono dimostrati ancora una volta un’oasi di relativa stabilità, mentre l’auto tedesca soffre pesantemente a causa delle notizie sul ciclo globale.

Interessante infine il calo di Moncler, una delle superstar del comparto, innescato dall’uscita dal fondo francese Eurazeo, che ha liquidato con notevole profitto il 4,8% che deteneva. Il tempo dirà se si tratta solo di un fenomeno temporaneo e dell’inizio di un periodo meno soddisfacente nell’andamento borsistico del gruppo.

CompanyPerformance YTDStock Market
Ferrari32.29%Milano
Tiffany28.20%New York
Estee Lauder 22.60%New York
Christian Dior22.04%Paris
LVMH 21.86%Paris
Moncler 21.02%Milano
Hermes 19.84%Paris
Kering19.46%Paris
Ralph Lauren16.21%New York
Capri/Michael Kors15.24%New York
Richemont 11.56%Zurich
Porsche 7.63%Frankfurt
Burberry6.17%London
Ferragamo5.78%Milano
Brunello Cucinelli2.66%Milano
Tod's1.55%Milano
BMW-2.25%Frankfurt
Tapestry/Coach-8.36%New York
Prada-11.05%Hong Kong
Tesla -20.51%New York

 

sponsored
Editorial
Our editorial staff includes people with different professional backgrounds who share a passion for writing and who want to create and develop a dialogue with their readers and with the world.

Related Posts

Team Azerbaijan Land of Fire vince ancora la Snow Polo World Cup St. Moritz

Team Azerbaijan Land of Fire Retain Snow Polo World Cup St. Moritz: uno spettacolare trio di partite corona il torneo più impegnativo di sempre

Librai Antiquari a Venezia

Dal 10 al 12 febbraio al Centro Culturale Palazzo Pisani Revedin la mostra-mercato “Librai Antiquari a Venezia” presenterà per la prima volta nella Serenissima un’eccezionale selezione di rarità

The I.C.E. St. Moritz – Torna il Concorso Internazionale d’Eleganza

Dopo il successo dell'edizione 2022, torna il Concorso d'Eleganza più originale e atteso dell'Engadina: l'I.C.E. St. Moritz, l'evento internazionale che, per un weekend, porterà nella suggestiva cornice del lago ghiacciato di St. Moritz tutto il meglio delle auto d'epoca per la gioia di piloti, collezionisti, appassionati e jet set