Moncler campione globale di sostenibilità nella moda

Category:

Moncler, il brand di piumini di lusso è stato eletto per il secondo anno consecutivo campione globale di sostenibilità nel settore ‘Textiles, Apparel & Luxury Goods’ dal Dow Jones Sustainability Index.

Il riconoscimento “testimonia come la sostenibilità sia sempre di più un asset strategico per lo sviluppo di Moncler. Un impegno verso tutti gli stakeholder, un dovere morale verso i nostri figli ed il futuro di tutti”, spiega una nota della società.

In azienda dedichiamo ogni giorno le migliori energie per promuovere un modello di business integrato in cui le persone e l’ambiente siano rappresentati, rispettati e protetti. Solo in questo modo potremo consegnare alle prossime generazioni visioni forti, nuove ispirazioni e rinnovate speranze

commenta il presidente e Ad Remo Ruffini.

Il giudizio del Djsi segue il lancio del nuovo progetto di responsabilità sociale ‘Moncler Born to Protect’ firmato Moncler, che si focalizza su cinque priorità strategiche: cambiamenti climatici, economia circolare, catena di fornitura responsabile, valorizzazione della diversità e supporto alle comunità locali.

In particolare, l’azienda vuole ridurre il proprio impatto ambientale attraverso il raggiungimento della carbon neutrality, il riciclo degli scarti di produzione, l’utilizzo diffuso di nylon green e l’eliminazione della plastica monouso. Inoltre, inizierà a riciclare piuma certificata secondo il Protocollo Dist basato su un processo meccanico innovativo che consente un risparmio di acqua di circa il 70% rispetto al tradizionale riciclo della piuma. Il piano prevede anche la tracciabilità delle materie prime e il continuo miglioramento degli standard sociali e ambientali lungo la filiera e punta a proteggere dal freddo 100mila bambini e famiglie in situazioni di vulnerabilità.

Moncler usa il 100% di energie rinnovabili in Italia e nel polo produttivo in Romania e nel triennio 2017-19 ha ridotto del 30% delle emissioni di Co2 dirette. Il 90% del packaging di prodotto è realizzato con materiali sostenibili, mentre il 100% della filiera produttiva del capospalla è verificata da un ente terzo su aspetti etico-sociali. Il brand ha progressivamente introdotto tessuti e accessori a basso impatto (riciclati, bio-based) nelle collezioni e dal 2015 il 100% della piuma che acquista è tracciata e certificata secondo il Protocollo Dist.

sponsored
Emanuela Zini
Emanuela Zini
My professional life has been marked by several big changes that made me grow as a person and as a leader, develop new skills and mental flexibility, which in turn allows me to face challenges from a different, unique perspective. To me, writing represent a way to communicate with myself and with others. Telling stories and engaging my readers are the challenges that I am currently facing within a wider editorial project.

Related Posts

Il World Protection Forum non si ferma!

Excellence Magazine Luxury e Kelony, First Risk-Rating Agency, continuano la loro collaborazione al fine di fornire strumenti e contenuti che possano essere un valido supporto per comprendere il vero significato di "rischio", tema quanto mai attuale per gli individui e per le imprese

Guangzhou Circle. Porta di Giada del Terzo Millennio

Progettato dall'architetto italiano Joseph di Pasquale, a sette anni dalla sua inaugurazione il Guangzhou Circle conserva tutta la propria natura iconica e il proprio carattere di landmark building, è entrato nell’immaginario collettivo e popolare della capitale della provincia del Guandong come uno dei simboli identitari della metropoli cinese, vera porta d’accesso meridionale al “regno di mezzo”, ma anche emblema nella dialettica tra Oriente e Occidente.

Constance Halaveli: premiato ai World Travel Award il resort di lusso sostenibile delle Maldive

La sostenibilità di questo resort parte dai materiali utilizzati per la sua realizzazione: tutti caratteristici della zona e con un basso impatto ambientale. Essere accolti e poter soggiornare in un vero “piccolo atollo privato” in mezzo all’Oceano è un lusso che non ci si può lasciar scappare