Osvaldo Licini. Che un vento di follia totale mi sollevi

excellence magazine osvaldo licini

Per celebrare i 60 anni dalla morte di Osvaldo Licini e dal Gran Premio per la pittura conferitogli dalla Biennale di Venezia nel 1958, la Collezione Peggy Guggenheim di Venezia ospita fino al 14 gennaio 2019 una importante retrospettiva dal titolo Osvaldo Licini. Che un vento di follia totale mi sollevi.

La rassegna, curata da Luca Massimo Barbero restituisce l’intensità dell’esperienza artistica di Licini che abbraccia diversi percorsi figurativi e intellettuali, ponendosi sempre in bilico tra figurazione e astrazione. La creatività dell’artista marchigiano, “eretico” di ogni religione estetica, prende il sopravvento su qualunque tipo di possibile influenza di gruppi e programmi, collocandolo al di sopra di convenzioni artistiche e sociali. Licini si muove dunque in ambito artistico in piena libertà e con l’obiettivo di allargare l’area della rappresentabilità, sempre mosso da un’incessante esigenza di sperimentazione.

excellence magazine osvaldo liciniexcellence magazine osvaldo liciniL’esposizione veneziana intende ripercorrere la sua singolare esperienza, che risalta all’interno della storia dell’arte del Novecento per risultati di assoluto lirismo e poeticità. Il percorso espositivo, composto da oltre 100 opere, apre con le tele giovanili, ovvero quei paesaggi che immortalano i colli marchigiani, per proseguire con la fase non figurativa degli anni ’30, anni dell’inevitabile coinvolgimento dell’artista nelle attività della Galleria “Il Milione”, fino ai grandi lavori della maturità, dedicati ai temi dell’Olandese volante, dell’Amalassunta e dell’Angelo ribelle. È proprio dagli anni ’40 in poi che emerge Licini come un grande protagonista del modernismo italiano e internazionale.

excellence magazine osvaldo licini

La mostra è accompagnata da un’esaustiva pubblicazione illustrata, edita da Marsilio Editore in italiano e inglese, con contributi di Luca Massimo Barbero, Federica Pirani, Sileno Salvagnini, Chiara Mari.

[:]
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prev
Sleepwalking di Lisa Carletta

Sleepwalking di Lisa Carletta

L’effimera bellezza della modella galleggia nel sotto-sopra dei suoi sogni,

Next
Tutti in un filo: i maestri del Novecento a Palazzo Zaguri

Tutti in un filo: i maestri del Novecento a Palazzo Zaguri

Quando Vassily Kandinsky, precursore e fondatore della pittura astratta, nel

You May Also Like
Share via
Send this to a friend