Custom Line 120’: l’arte del planante

Piacere per gli occhi e per chi lo abiterà in navigazione, Custom Line 120’ irrompe nella scena nautica con la forza dirompente delle novità che lasceranno il segno. Il nuovo nato della serie planante del brand, rielabora e combina stilemi ed elementi del design automobilistico e dell’architettura residenziale, aggiungendovi un’accurata ricerca volta a esaltare forme e volumi. Realizzato in collaborazione con il Comitato Strategico di Prodotto presieduto dall’Ing. Piero Ferrari, e la Direzione Engineering Ferretti Group, è il primo Custom Line a portare la firma di Francesco Paszkowski Design.

Tante le novità, a partire dal disegno dello scafo, le cui linee di carena sono caratterizzate dall’estensione dell’opera viva verso prua. Questa scelta è il risultato di attente analisi volte alla riduzione della resistenza, per garantire prestazioni e consumi eccezionali, considerati i volumi e i dislocamenti dell’unità. Lo scafo è realizzato ispirandosi a tecnologie tipiche delle imbarcazioni da competizione ponendo particolare attenzione e cura nella realizzazione delle strutture, per assicurare massima solidità e leggerezza. Inoltre, un sapiente uso del carbonio nella sovrastruttura ha consentito di ottenere un elegante design della penna fly senza ricorrere al sostegno di puntelli nel pozzetto.

Excellence Magazine Custom LineDESIGN ESTERNO
Il progetto di Custom Line 120’ propone un canone estetico all’insegna della massima pulizia formale, che crea un unicum fra il design esterno e gli allestimenti interni. Il profilo è filante e potente: linee tese corrono da poppa a prua dando vita a una emozionante alternanza materica e cromatica di superfici strutturali chiare e vetrate scure. Vetrate ampie e generose, che offrono un contatto diretto col mare.

POZZETTO E INTERNI DEL PONTE PRINCIPALE
Nel pozzetto troviamo l’innovativa porta vetrata di accesso al salone: è inclinata a 45° e, oltre alla consueta apertura scorrevole delle 2 vetrate, prevede un meccanismo che permette di unire la zona cockpit al salone creando un unico ambiente di oltre 80 mq. Altra innovazione di spicco è l’elevazione del piano di calpestio del salone, con pavimentazione flottante, che dona un’impareggiabile visuale sul mare.
In plancia di comando il comandante potrà avvalersi di LOOP, il sistema plancia integrata realizzata con Naviop-Simrad che, con schermi touch installati senza soluzione di continuità nel cruscotto, crea un’unica interfaccia diretta con le funzioni nave permettendone il totale controllo.
La suite armatoriale wide body di oltre 35 mq, è allestita con dressing room separata e bagno full beam con doppi servizi, vanity e doccia centrale.

PONTE INFERIORE
Sono 4 le cabine ospiti di Custom Line 120’: le 2 VIP a poppa presentano una scenografica disposizione dei letti, rivolti a murata per esaltare la visuale delle grandi finestrature a scafo. Le 2 a prua hanno letti singoli, a cui si può aggiungere il pullman bed. Tutte sono dotate di bagno en-suite con doccia separata.

AREE ESTERNE
Il comfort di un flybridge e la sportività di un coupé si fondono mirabilmente anche sul sun deck, ponte panoramico di Custom Line 120’ da vivere in totale privacy. Esso prevede un’area relax con vasca idromassaggio e arredi freestanding, e può essere riparato dal sole grazie a un bimini a scomparsa nell’hard top dotato di sky light. Innovativo è il concept che consente di collegare direttamente il flybridge alla zona di prua tramite dei corridoi laterali con acceso anche da controplancia. Questa particolarità permette di avere un unico, ampio ponte di 100 mq.

Excellence Magazine Custom Line

sponsored

Related Posts

In Corso Venezia a Milano il Primo Atelier di Bentley Home

Lo spazio centrale è attraversato da tagli di luce e riflessi, che dalle grandi finestre irradiano sugli arredi della collezione passando per una parete completamente incorniciata da specchi

Relationship: la retrospettiva di Richard Avedon a Palazzo Reale a Milano

“Relationships”, questo il titolo della mostra, sarà visibile al Palazzo Reale di Milano fino al 29 gennaio 2023

Il piano nobile di Palazzo Reale a Milano ospita la retrospettiva di Max Ernest

Oltre 400 sono le opere tra dipinti, sculture, disegni, collages, fotografie, gioielli e libri illustrati provenienti da musei, fondazioni e collezioni private, in Italia e all’estero