Harley Davidson: il lusso “on the road” diventa sostenibile

Category:

Un rettilineo infinito, paesaggi incontaminati che sfrecciano sotto lo sguardo, la carezza del vento e la ricerca della libertà: ecco a cosa si pensa quando si pronuncia il nome Harley Davidson.

Dal 1921, il brand americano delle due ruote fa sognare i bikers di tutto il mondo: i sui modelli dalle linee iconiche hanno conquistato milioni di appassionati grazie alla sapiente miscela tra altissima qualità, comfort e design.

Livewire Harley Davidson moto elettrica

Viaggiare in moto è da sempre sinonimo di amore per la natura: il contatto diretto con la strada e gli spazi aperti è parte essenziale di ogni vero motociclista. Naturalmente un marchio leggendario come Harley Davidson non poteva non tener conto di questo particolare aspetto per continuare a dettare nuove tendenze del mercato.

Nasce dunque da qui l’ultimo gioiello della casa americana: si chiama LiveWire ed ha avuto il suo “debutto ufficiale” al Consumer Elettronics Show di Las Vegas.

Harleisti appassionati o semplici amanti delle due ruote sono rimasti increduli ed affascinati dalla prima moto di questo brand completamente elettrica.

Livewire Harley Davidson moto elettrica

È innegabile: alcuni motociclisti non amano sentir parlare di elettrico, in generale di moto che non sprigionino la loro potenza grazie ad un vigoroso “rombo di motore” ma anche questa volta Harley Davidson ha saputo convincere anche i più scettici.

Questo modello promette performance eccezionali: LiveWire può vantare un’accelerazione da 0 a 100 km/h  in meno di 3,5 secondi. La coppia istantanea, originata dal propulsore elettrico H-D Revelation può produrre il 100 percento della sua coppia nel momento in cui si apre l’acceleratore.

La potenza elettrica non richiede frizione e non cambia marcia, dettaglio che renderà molto più semplice e maneggevole la moto. Altra caratteristica peculiare del modello “a batteria” è la frenata rigenerativa. L’autonomia? Degna di Harley Davidson, naturalmente: fino a 180 Km su strade urbane con una ricarica.

Il lusso, ancora una volta, ha sposato il rispetto per l’ambiente.

sponsored
Serena Poma
Serena Poma
A journalist ever since, I love turning the world's events into sentences and lines that can take readers "inside the news", leading them to explore the current happenings with me through my articles. My professional background has allowed me to gain insights into the encounter of two apparently incompatible worlds: luxury and sustainability. Guiding businesses in this direction as a communication manager and event organizer has made me aware that, now more than ever, it is by respecting ourselves and our planet's resources that we should start to create real value.

Related Posts

VIII Trofeo Principato di Monaco – Le Vele d’Epoca in Laguna

E' stato presentato ieri, nella Sala Grande della Giunta di Ca’ Farsetti, sede del Comune di Venezia, l’VIII Trofeo Principato di Monaco le Vele d'Epoca in Laguna COPPA BNL-BNP PARIBAS PRIVATE BANKING & WEALTH MANAGEMENT, evento promosso da Anna Licia Balzan, Console Onorario del Principato di Monaco a Venezia, dalla Direzione del Turismo e dei Congressi del Principato di Monaco a Milano e dallo Yacht Club Venezia

Etro alla Milano Fashion Week sulle note di Franco Battiato

Accompagnata dalle note di "L'era del cinghiale bianco", la sfilata si è svolta tra i binari di una ferrovia dismessa, l'ex Scalo Farini, per raccontare un "viaggio dell'anima"

La Birkin di Hermes si è fatta vegan

Uno tra i più ambiti accessori per ogni donna è la leggendaria borsa Birkin di Hermès, da poco protagonista di un’inaspettata svolta vegan