Lamborghini, una splendida cinquantenne votata ad una vita di lusso

“Tutto ciò che c’è da dire sulla storia di Lamborghini è che gli altri non sono della stesso lignaggio”

Ferruccio Lamborghini

Nata nel 1916 sotto il segno del Toro, da cui il logo delle sue vetture famose, Ferruccio Lamborghini è stato prima di tutto un imprenditore intelligente. La sua fortuna, finanziariamente parlando, gli venne nel dopoguerra, quando, con grande lungimiranza, ha fondato la sua fabbrica di trattori in Italia, un paese che certamente aveva tanta terra che ha bisogno di agricoltura. Solo nel 1963 iniziò la storia di Lamborghini Automobile, quando, dopo l’acquisto di un grande appezzamento di terreno in Sant’Agata Bolognese, fu costruita un’ampio fabbrica luminosa, che è l’ultima parola di modernità e tutto il contrario di tutto ciò che è esistito in precedenza. E mossa davvero intuitiva di Lamborghini è stato quello di aggiungere stile e lusso alle sue supercar, fin dai primi modelli andati in produzione.

Grandi storie portano sempre un alone di leggenda. A quanto pare, Ferruccio concepì l’idea di creare auto sportive dopo una discussione con il suo amico, Enzo Ferrari, con cui Lamborghini lamentava lo scarso rendimento delle Ferrari fino ad allora. Naturalmente, il “Drake” ribatté che le sue auto funzionavano perfettamente e che Lamborghini era solo in grado di produrre trattori. Ferito nel suo orgoglio, e forse influenzato dal suo segno di nascita, Lamborghini poi ha deciso di creare il marchio che è stato quello di diventare un icona di fama mondiale di potere e lusso. E’ in perfetto stile Lamborghini che la Veneno fu presentata, l’ultima creazione della casa automobilistica di Sant’Agata. Una vettura unica, in ogni senso, dal momento che il progetto contemplava tre pezzi con il costo di ogni vettura fissato a 3,6 milioni di Euro. Sono stati venduti immediatamente, con grande delusione di molti appassionati che si sono dichiarati pronti a scrivere un assegno con molti zeri per possedere uno di loro.

Pressato da così tante richieste, la Casa del Toro ha annunciato altre nove Veneno Roadster, il cui costo sarebbe del 10% superiore a quello della Veneno. Le emozioni, per coloro che hanno messo da parte la somma necessaria per comprarne una, sono comprese nel prezzo. Un potente motore V12 6,5 litro in grado di generare 750 cavalli di potenza spingerà questo tool di lusso e tecnologia molto velocemente.

Per consentire a coloro che non hanno mai guidato una vettura di Formula 1, ecco il cambio manuale con trasmissione ISR , trasmissione permanente a quattro ruote motrici. Il tutto in un peso ridotto di soli 1.450 chilogrammi.

Con le prestazioni strabilianti consuete: accelerazione da 0 a 100 km / h in soli 2,8 secondi e una velocità massima di 355 chilometri all’ora. La sua classe e il design sono impeccabili, fino al più piccolo dettaglio, rendendo questa una macchina che ti lascia senza parole, anche quando il motore è spento. Lamborghini è sinonimo di potere, ma soprattutto di stile. Una volta dentro, la Veneno offre un livello accettabile di comfort per un veicolo in grado di competere con qualsiasi di Formula 1.

In Lamborghini, un gruppo di una cinquantina di artigiani sono impegnati esclusivamente su gli interni auto, creando modelli che sono unici e altamente personalizzati. È questa stessa attenzione per il lusso e design che ha portato i ricercatori Lamborghini a venire con un materiale chiamato “Forged Composite”, che è ampiamente utilizzato sulle più recenti supercar presentate dalla Casa del Toro.

Questa fibra di carbonio permette prestazioni eccellenti e consumi ridotti, insieme ad un’esperienza di guida piacevole in tutte le condizioni.

“CarbonSkin” è immerso in una resina speciale che mantiene morbida e malleabile. Su “Automotive” in California, Stephan Winkelmann, Presidente e Amministratore Delegato di Automobili Lamborghini SpA, ha dichiarato: “Mezzo secolo fa, Ferruccio Lamborghini era un uomo che sognava di creare le più lussuose auto sportive al mondo. Abbiamo pagato un tributo al suo sogno con motore V12, insieme alla sua prima creazione, la 350 GTV. Come i molti appassionati di Lamborghini che ci hanno uniti qui, abbiamo entusiasmo e guardiamo al futuro.

sponsored

Related Posts

Archiproducts Design Awards e LIT premiano la creatività dell’arch. Venier

Archiproducts Design Awards e LIT premiano la creatività dell'arch. GianPaolo Venier e della lampada da esterni PIN – Urbi et Orbi

Viva Magenta è il Colore del 2023

Questo colore ha uno spirito sperimentale, “The Magentaverse” è un colore nuovo per tutti

“Olafur Eliasson: Nel suo tempo” la personale visione dell’artista a Palazzo Strozzi

Parliamo d’una persona originale eppure di gran gusto che a Palazzo Strozzi nella città dantesca, sino al 22 gennaio 2023, permetterà di far osservare le sue opere in  grandi installazioni, con varie sculture, al seguito d’interventi minimali