Le Auto più Lussuose avranno Interni Vegan ed Ecosostenibili

Category:

Pelle, cuoio, radica: se fino a poco tempo fa erano questi i materiali che garantivano la categoria “luxury” ad un’automobile, oggi le scelte dei più importanti e prestigiosi brand automobilistici va ad abbracciare un concetto di lusso del tutto nuovo; il vero lusso è la coniugazione perfetta tra alta qualità, design e materiali a basso impatto ambientale.

L’utilizzo di materie di origine naturale o si materiali sintetici che possano essere comunque sostenibili va ad inserirsi in un progetto più ampio, accolto da tutti i maggiori luxury brand del reparto automotive, che cerca di rendere ogni fase del ciclo produttivo più green.

interni vegani volkswagen

Partendo da Bentley, ad esempio, che ha deciso di offrire ai clienti delle proprie prestigiose auto la scelta di interni in tweed. Il tessuto anglosassone per eccellenza è disponibile in varie gradazioni di colori che ricordano i territori inglesi e la sua produzione avviene nello stabilimento inglese Lovat Mill, dove la produzione avviene “a secco”, senza impatti sull’habitat naturale in cui è inserito.

Si chiama invece Eucalyptus Melange il tessuto composto da eucalipto e poliestere, prodotto utilizzando molta meno acqua rispetto a plastica ed alcantara, che si può selezionare per gli interni della propria Land Rover.

Sempre sulla stessa lunghezza d’onda, con una scelta green sui tessuti d’interno, si posiziona Jaguar, con tessuti vegani che vanno sempre più spesso a sostituire pelle e cuoio nelle scelte dei clienti per personalizzare le proprie luxury car.

interni jaguar vegani

Stessa scelta green anche per Audi: la casa ha annunciato che ha deciso di puntare tutto sull’economia circolare e ha iniziato la produzione del Pet, resina termoplastica che compone bottiglie e flaconi, per realizzare rivestimenti riciclati sino all’89 per cento per la quarta generazione di Audi A3, e recentemente ha concentrato gli sforzi anche sul ciclo produttivo, riducendo l’uso della plastica per le componenti delle auto grazie a una partnership con il Karlsruhe institute for technology.

sponsored
Serena Poma
Serena Poma
Da sempre giornalista, amo trasformare ciò che succede nel mondo in frasi e righe che possano accompagnare il lettore “dentro la notizia” e portarlo con me ad esplorare ciò che succede attraverso la lettura di un articolo. Le mie esperienze professionali mi hanno portata a conoscere nello specifico l’unione di due mondi apparentemente inconciliabili: il luxury e l’ecosostenibilità. Accompagnare le aziende in questa direzione ricoprendo il ruolo di responsabile comunicazione ed organizzazione eventi mi ha resa sempre più consapevole che, soprattutto oggi, il rispetto per noi e per le risorse del nostro pianeta sono il punto di partenza per poter creare vero valore.

Related Posts

Constance Halaveli: premiato ai World Travel Award il resort di lusso sostenibile delle Maldive

La sostenibilità di questo resort parte dai materiali utilizzati per la sua realizzazione: tutti caratteristici della zona e con un basso impatto ambientale. Essere accolti e poter soggiornare in un vero “piccolo atollo privato” in mezzo all’Oceano è un lusso che non ci si può lasciar scappare

Innovazione e Tradizione: la Strategia di Superstudio Events

Superstudio, un nome che a Milano per anni ha significato design, fotografia, spazi espositivi, più recentemente, spazi eventi che vanno moltiplicandosi.

Gioielli e lusso: la nuova missione è la sostenibilità

Gioielli e lusso: la nuova missione è la sostenibilità